Una raccolta di immagini silenziose accompagnate da parole sommesse…

Piagato il tempo e, lacrimato di mare, accecato di luce scava il volto delle mura addossate al mare. L'immortalità, inaccettabile dono, è sopruso e violenza. Indossare l'anima nel corpo silenzioso che respira forte conoscerà alba e tramonto. Patrizia G.

Fiorenzuola di Focara. E' incantevole attraversare le vie e i crocicchi di questo paese medioevale. In un territorio abbarbicato nel Parco del Monte San Bartolo, il cielo in unico sguardo incontra il mare con l'eco lontano dell'onda. Lungo le rupi odorose di ginestre, lavanda e rosmarino, sui sentieri baciati dal sole e carezzati dal vento salmastro, ho incontrato il silenzio. Anna C.

inanellata da onde afferrate dal vento fradicie di marosi , vele tese al desiderio di volo, la pioggia rovesciava l'argento degli ulivi sul dipinto di un sogno profumato dalla forza delle zagare. Patrizia G.