Cammina il silenzio

L’iniziativa “Cammina il Silenzio” dell’Accademia del Silenzio Umbria, si è svolta Sabato 13 ottobre, nello straordinario scenario dell’Abbazia di Sassovivo (Foligno – Pg).
È  stata organizzata in collaborazione con la FIE Valle Umbria Trekking-Foligno, in collegamento con la Prima Giornata del Camminare della Federtrek.
[nggallery id=16] Testimonial d’eccezione della manifestazione, per l’Umbria,  è stato Duccio Demetrio, che ha partecipato all’iniziativa di Sassovivo, salutando e dando il benvenuto ai  partecipanti  della ” camminata consapevole”,  guidata da Corrado Morici.
Duccio Demetrio era di ritorno da una passeggiata in solitaria di alcuni giorni, in una zona tra le più suggestive dell’Umbria. Ha ricordato che “camminare fa bene al corpo e all’anima” e facendo riferimento all’esperienza appena vissuta, ha sottolineato anche il valore e il piacere di riscoprire “l’andare a zonzo in solitudine, senza fretta, per ripensare alla propria esistenza e guardare con occhi diversi le cose e il mondo”. Non ha mancato poi di invitare i presenti a scrivere, al ritorno dalla passeggiata, le proprie impressioni, emozioni, su un piccolo taccuino che ha regalato ad ognuno.

Verso le ore 15.00 è iniziato il primo momento dell’iniziativa. Corrado Morici, che oltre ad essere presidente onorario della FIE Valle Umbria Trekking-Foligno è animatore dell’Accademia del Silenzio Umbria, ha guidato i presenti  ad inoltrarsi nella splendida lecceta dell’abbazia, li ha poi invitati a sperimentare la “camminata consapevole”,  cioè ad utilizzare una tecnica che armonizzando passi, respiro e mente permette di riconnettersi con se stessi e il mondo, aiutando a vivere in maniera più cosciente il momento che si sta vivendo.
La camminata (che era stata riservata solo a 20 persone, su prenotazione) è stata molto suggestiva. Si è svolta non solo nella lecceta secolare, ma anche nel chiostro dell’abbazia, visto la pioggia che ad un certo punto ha iniziato, anche se dolcemente, a cadere.

Verso le ore 17.00, ha preso avvio il secondo momento dell’iniziativa, che si è svolto in una sala dell’abbazia. Luana Brilli, referente umbra dell’Accademia del Silenzio, ha spiegato di aver organizzato questo evento insieme alla FIE Valle Umbria Trekking-Foligno, condividendo l’esigenza  di riscoprire il piacere di vivere la città e la natura a “passo d’uomo”.  Ha sottolineato anche il valore di praticare il camminare meditativo, che può farci assaporare, in un mondo di ritmi sempre più alienanti, spesso impazziti, il vivere senza fretta,  proiettandoci in una dimensione di quiete. Camminare lentamente, in maniera consapevole o anche in modo meditabondo, possono svelarci quei sentieri e quelle strade che possono aprirsi, evidenziarsi, solo a chi pratica l’”arte dell’attenzione”. Mariangela Salari, presidente della FIE Valle Umbria Trekking-Foligno, ha successivamente fatto cenno alle diverse iniziative organizzate per la due giorni della “Giornata del Camminare” in collaborazione della Federtrek ed anche con l’Amministrazione Comunale di Foligno. Iniziative che si erano appena svolte o si stavano svolgendo in contemporanea, tutte comunque in maniera soddisfacente. Le stesse 20 prenotazioni previste per la “camminata consapevole”  con Corrado Morici (un numero limitato per viverla con serenità ed intensità), si erano esaurite in pochi giorni, la richiesta infatti era stata più del doppio. Il successo della proposta nel suo insieme, ha fatto emergere l’intenzione di riproporla  a cadenza annuale.

È iniziato poi  “Parole e Suoni” dall’Abbazia.  Un momento molto coinvolgente sia per l’intensità della lettura da parte delle due voci recitanti,  sia il per contenuto delle frasi lette, sia, infine per la bellezza delle musiche scelte ed eseguite.  I protagonisti del  recital hanno creato, tra parole e musica, una vibrante osmosi che ha prodotto, negli uditori, momenti  di forte partecipazione emotiva.
Lamberto Maggi, insegnante di educazione al suono e alla musica e regista di teatro e Mara Savini, insegnante, hanno letto delle frasi scelte sul “silenzio e il camminare” (alcune delle quali potete trovarle qui di seguito). La parte musicale è stata animata da Gabriele Possenti, chitarrista, compositore e violoncellista. Con la sua chitarra acustica, ha proposto brani di sua composizione, di sapore world music.

[nggallery id=17]